Video PdF TV: #StampaeVangelo_12ottobre2017

#StampaeVangelo oggi si occupa del caso di suicidio assistito in Svizzera appena compiuto da Loris Bertocco, 69enne disabile e militante dei Verdi. Repubblica mette la notizia in prima pagina e ci apre l’edizione on line affermando che è il primo caso in cui il suicidio in Svizzera viene scelto per ragioni economiche. Nel lunghissimo memoriale di Bertocco leggo tutt’altro, leggo di condizioni fisiche deteriorate da molti anni mentre l’evento che innesca la spirale di vuoto che conduce al suicidio è l’essere stato lasciato dalla moglie prima e dalla più fidata badante poi. Con un dettaglio agghiacciante. Concita De Gregorio riceve il memoriale mentre Loris è ancora in vita. Io se vedo un uomo sulla balaustra che sta per uccidersi chiamo le forze dell’ordine affinché lo salvino. Perché la giornalista non ha chiamato l’ambasciata italiana per impedire questo ennesimo omicidio svizzero? Scrivi che Loris era già “in clinica”. Non sono cliniche, sono orrendi appartamentini di associazioni che lucrano tanti soldi sulla disperazione dei più deboli. E osate dire che il movente di Loris era economico e ci vorrebbe una legge come quella svizzera? Pazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *