Famiglia: il tema fondamentale!

monti_dimissioni_1

Vorrei condividere con voi le ragioni per cui penso che la famiglia non sia UN tema di discussione.

Penso che, in questo momento, la famiglia si IL tema di discussione.

E penso che la famiglia sia la nostra l’ultima linea di difesa.

Ma, prima di apparire un “esaltato”, sarà bene che proceda per punti.

La mia politica è generata dalla convinzione che ognuno di noi, per il semplice fatto di essere un essere umano, sia un tesoro unico ed insostituibile e che la realizzazione di ognuno di noi sia la ragione dell’esistenza della polis.

Tutto deve essere fatto per la nostra felicità e nessuno di noi deve essere considerato uno scarto.

Esiste però un gruppo di persone che non crede questa cosa.

Ritengono invece che… si… è vero… bisogna dire che tutti gli uomini sono uguali… però “alcuni siano più uguali di altri”  e ad alcune persone è possibile togliere la dignità umana e ridurle al rango di “oggetti” o, meglio, di “merce”.

E se volete sapere chi sono questi signori basta che guardiate la distribuzione della ricchezza: si tratta di quell’1% della popolazione mondiale che già possiede il 50% della ricchezza globale.

E che ora vuole l’altro 50%.

Io li ho chiamati “gli oligarchi” oppure l'”aristocrazia finanziaria”.

Altri li chiamano semplicemente l'”elite”.

Costoro continuano a cercare scuse per dire che il prossimo è

  • tanto cattivo,
  • oppure tanto incapace,
  • oppure tanto fannullone,
  • oppure semplicemente tanto sfortunato,

da rendere giustificabile la rimozione della sua dignità umana.

Ottenuto questo riconoscimento, dicono che diviene lecito cercare di appropriarsi

  • delle ricchezze,
  • delle vite e
  • dei corpi
  • insomma, degli sventurati che capitano il loro potere.

Comodo no?

Per ora, in Italia, la riduzione in schiavitù non è ammessa.

Per questo motivo non è che non si faccia…  si fa… però si usa un nome diverso.

Questo nome è “debito”.

Avete presente il vostro mutuo?

Sull’avviso della rata c’è scritto “quota interessi” e “quota capitale”.

La quota capitale fa scendere la quantità di soldi che dovete alla banca.

La quota interessi sono soldi persi.

Soldi che finiscono in tasca alla banca che vi ha dato il denaro necessario a comprare casa vostra.

Il meccanismo è semplice: questi vampiri fanno indebitare le proprie vittime finché la quota interessi pagata ogni mese è superiore al loro stipendio.

A quel punto, il gioco è fatto: le persone lavorano per te.

Le persone vivono per te.

Sono tue insomma.

E non c’è più possibilità di uscirne.

Questo gioco inizia con il credito al consumo ma questo meccanismo non basta.

Dopo un po’, i consumatori tendono a rendersi conto della loro precarietà e smettono di consumare.

A quel punto, l’idea è quella di causare una disgrazia… che so un licenziamento, una malattia, la perdita della casa.

Le persone, già indebitate, per risollevarsi, vengono costrette a contrarre altri debiti.

Superano l’indebitamento critico.

Ed il gioco, quindi,  è fatto.

Il governo Monti è stato imposto al paese per questo motivo e si è alacremente messo in moto per licenziare, togliere pensioni, togliere sanità.

Nonostante questo, gli italiani non si sono indebitati.

Perchè?

Come hanno fatto?

Semplice: hanno smesso di spendere e sono rientrati in famiglia.

Monti è stato mandato a casa.

Si è quindi deciso di agire con più calma.

Prima bisogna demolire le famiglie.

Poi si riproverà da capo.

Nel mentre, nei ritagli di tempo, i diritti sociali continuano ad essere erosi.

L’incarico principale è quello di introdurre

  • divorzi bervi,
  • aborti facili,
  • finti matrimoni senza speranza di durare,
  • infiniti genitori (1, 2, 3, 4…. 4571) con infiniti figli.

Nessuna mamma, nessun papà, nessun fratello.

Perché vogliono che la gente sia sola.

Sola e vulnerabile.

Li chiamano “diritti civili”: in pratica, per noi, si tratta del diritto di scavarci la fossa.

Pensate solo alla tentata rimozione dell’obbligo di fedeltà nel matrimonio.

Come è possibile portare avanti un matrimonio con una persona che non si prende nemmeno l’impegno di essere fedele al progetto che si sarebbe dovuto portare avanti assieme?

Tutti questi accrocchi servono ad erodere le basi di un’istituzione disturba sogni di possesso e di potere.

Per questo motivo, questa istituzione deve essere protetta.

E chiunque non lo faccia, fa il gioco dei vampiri.

Per questo, secondo me, stare con il Popolo della Famiglia vuol dire stare dalla parte giusta della barricata.

Non escludo che, dalla stessa parte, ci stiano anche molti altri.

Ma, tra questi altri, non sono stato in grado di distinguere chi è servo di chi.

Quindi ho deciso di appoggiare chi mi protegge.

E poi… scusate… ma a me…. vedere bambini assemblati e venduti a gente qualificata dal fatto che hanno 100’000 dollari… beh… francamente mi disgusta.

Francamente, mi disgusta un sacco.

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!