Dobbiamo imparare a riconoscere i politici cristiani… e votare in massa solamente per loro.

Foto Roberto Monaldo / LaPresse.30-11-2014 Roma.Politica.Trasmissione tv "In Mezz'Ora".Nella foto Matteo Renzi..Photo Roberto Monaldo / LaPresse.30-11-2014 Rome (Italy).Tv program "In Mezz'Ora".In the photo Matteo Renzi

Dobbiamo prendere atto del fatto che il nostro appoggio a politici non cristiani sta portando ad un inaccettabile imbarbarimento della nostra società.

I nostri valori stanno venendo utilizzati per pulire i pavimenti e, con essi, la dignità umana ha smesso di essere un valore riconosciuto dalla nostra società.

Ed a farne le spese… ora… saranno soprattutto i bambini.

Ma torniamo alla selezione dei politici cristiani.

Chi sono questi politici cristiani?

Semplice: coloro che fanno politica e seguono il Vangelo.

E che c’è scritto nel vangelo?

Chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare. Guai al mondo per gli scandali! È inevitabile che avvengano scandali, ma guai all’uomo per colpa del quale avviene lo scandalo!

Se la tua mano o il tuo piede ti è occasione di scandalo, taglialo e gettalo via da te; è meglio per te entrare nella vita monco o zoppo, che avere due mani o due piedi ed essere gettato nel fuoco eterno.  E se il tuo occhio ti è occasione di scandalo, cavalo e gettalo via da te; è meglio per te entrare nella vita con un occhio solo, che avere due occhi ed essere gettato nella Geenna del fuoco.

Guardatevi dal disprezzare uno solo di questi piccoli, perché vi dico che i loro angeli nel cielo vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli.

Matteo 18, 6-10

Ora, è arrivato il momento di farci due domande.

“E’ possibile per un politico cattolico rimanere in un partito che permetta ai suoi componenti di votare qualcosa di simile al DDL Cirinnà?”

“E’ possibile per un politico cattolico rimanere in un partito o appoggiare l’attività politica di un partito che governi assieme ad un partito capace di votare qualcosa di simile al DDL Cirinnà?”

Se la tua mano o il tuo piede ti è occasione di scandalo, taglialo e gettalo via da te; è meglio per te entrare nella vita monco o zoppo, che avere due mani o due piedi ed essere gettato nel fuoco eterno.

Personalmente non vedo grandi margini di interpretazione: le risposte sono secche e sono negative.

Quindi:

  1. chiunque militi nel PD in SEL o nel M5S non può essere considerato un politico cattolico;
  2. anche se voterà contro il DDL Cirinnà, chiunque appoggerà il PD nel seguito della sua attività (Ho forse detto “Alfano”? Ho forse detto “Riforma Costituzionale”?) non può essere considerato un politico cattolico.

Quindi cosa possiamo fare?

  1. Dobbiamo imparare quali sono i principi non negoziabili.
  2. Dobbiamo scartare tutto quelli che li hanno negoziati.
  3. Dobbiamo votare in massa quelli che restano.

L’unico modo di non far sedere un onorevole senza onore sulla sua poltrona, è far sedere qualcuno al suo posto.

L’astensione non è proponibile.

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!