South Stream… forse una mossa di Judo.

Incomincio ad intravvedere le prime logiche della mossa di Putin.

La Bulgaria incomincia a fare i conti con un buchino di Bilancio di 300 Milioni di euro all’anno. L’Austria e la Slovenia perdono di meno ma, ugualmente, perdono.

L’Italia perde di una commessa da due miliardi.

I burocrati europei mettono le mani avanti dicendo che chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato, scordiamoci il passato.

La Germania ne ottiene un imbarazzante ed vantaggio in quanto terminale del North Stream.

La Turchia con uno sconto del 4% sul costo del gas che renderà più competitive le sue industrie e darà loro uno strumento di pressione nei confronti della Grecia.

Gli Stati Uniti sbandiera le sue vittorie sulle macerie delle case degli altri.

La chiusura di un Gasdotto potrebbe essere stata una spallata molto ben assestata contro la fragile architettura europea.

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!