Ecco come si impegnano a farci sembrare uguali ai nostri nemici.

Conflict photography

Nel vangelo di oggi Gesú viene giudicato simile agli spiriti maligni che combatte.

In pratica ha vissuto la stessa esperienza che viviamo noi quando cerchiamo di alzare la testa e combattere.

Ogni volta che cerchiamo di elevarci da quello stato di “ciarpame umano” nel quale vogliono ridurre l’intera popolazione mondiale, ecco che veniamo giudicati come il male che cerchiamo di combattere.

Usano le stesse categorie.

Prevedono le stesse finalità.

Distruggono ciò che è più nobile per mezzo della semplice negazione della sua possibilità di esistere.

Il Signore ci ha mostrato cosa fare.

Dobbiamo mostrare l’assurdità di questa accusa.

Dobbiamo mostrare la banalità del fatto che chi “combatte contro” è un nemico mentre chi agisce a favore è un alleato.

Noi combattiamo contro il male del mondo e con la nostra continua azione testimoniamo che ciò é possibile.

Questa semplice testimonianza é persino più efficace della nostra stessa azione.

Per questo si impegnano tanto a demolirci.

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!