Il realismo, la concretezza e la speranza.

IMG_7741

15- 120
____________________________

Il presupposto dell’universalità del peccato, ha una fondamentale importanza.

Presupporre un uomo perfetto porta solo alla costruzione di false utopie.

Se ignoriamo la possibilità e l’inclinazione dell’uomo di fare il male, inganniamo noi stessi e la verità non è in noi.

Il terzo pensiero è animato dall’intento di indurre l’uomo a reagire alla sua inclinazione al male ed a evitare assolutamente di prenderla alla leggera, cercando di continuo capri espiatori negli altri uomini e giustificazioni nell’ambiente, nell’ereditarietà, nelle istituzioni, nelle strutture e nelle relazioni.

Chi condivide il terzo pensiero rigetta tali inganni.

Soprattuto, chi condivide il terzo pensiero è convinto della possibilità, per l’uomo di un riscatto ed una redenzione da questa condizione evitando quell’angoscia e quella visione pessimistica del mondo e della vita, che induce a disprezzare le realizzazioni culturali e civili dell’uomo.

 

16-121
____________________________

Il realismo del terzo pensiero vede chiaramente gli abissi del male, ma li illumina con una speranza, più grande di ogni male, e crede nella possibilità, per la società, l’uomo ed il mondo, di redimersi, migliorarsi, armonizzarsi e realizzarsi.

L’Umanità dispone di strumenti, energia, potenziale e capacità per raggiungere questo obiettivo.

In questo intento, grandi uomini ci hanno preceduto ed hanno fatto la loro parte per la redenzione del genere umano.

L’Umanità di oggi farà la sua parte per portare questo percorso ancora più avanti.

 

17-122
____________________________

La realtà nuova che il terzo pensiero desidera contribuire non rivoluzionerà la natura umana, non la muterà né le si aggiungerà alcunché dall’esterno.

Lavorerà alla maturazione verso lo stato a cui gli uomini sono da sempre orientati nel profondo del loro essere, grazie alla loro natura più profonda e la loro tensione verso la perfezione.

Il terzo pensiero non vuole “fare l’uomo nuovo” distruggendolo e riplasmandolo: intende invece far maturare naturalmente quelle potenzialità uniche che impreziosiscono ogni individuo.

18-123
____________________________

L’universalità della speranza propria del terzo pensiero include, oltre agli uomini e alle donne di tutti i popoli, anche i destini dell’intero ecosistema.

Si è infatti fermamente convinti della possibilità di uno sviluppo armonico di tutte le componenti dell’umanità insieme al pianeta che le ospita e tutte le altre realtà che con esse convivono.

E questa possibilità è da noi vista come un irresistibile invito a camminare, tutti assieme, in quella luminosa direzione.

 

(Queste affermazioni sono stilate nel tentativo di codificare un Terzo Pensiero Politico
di cui avete letto il Capitolo 4 in Rev. 0).
Post Precedente Post successivo
3) L’Uomo ed il Male. 5) Un pensiero politico per la tutela di anima e corpo ed il perseguimento della loro realizzazione.

Un pensiero su “Il realismo, la concretezza e la speranza.

  1. Pingback: Delusi dal bamboo, – CAPITOLO 1 – LA PERSONA ED I SUOI DIRITTI

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!