Un bacio può essere uguale ad un saluto fascista.
D’altronde di che ci stupiamo? Altre volte i baci sono stati usati per tradire fiducie incautamente donate.

di Guido Mastrobuono e Bernardo Luraschi

omofobia-m5s-default

Dopo un imbarazzante intervento in aula della Sig.na Silvia Giordano, i deputati eletti con i voti degli attivisti a 5 Stelle hanno espressamente manifestato la loro sudditanza nei confronti della cosiddetta “lobby gay”.

Hanno utilizzato un gesto esplicito, ossia il bacio omosessuale in pubblico, che è appunto il gesto distintivo di associazioni la cui influenza è stata, a nostro avviso, colpevolmente nascosta in sede di campagna elettorale.

Il discorso della Sig.na Giordano è interpretabile unicamente come una beffarda dichiarazione di indipendenza di eletti del movimento che non rispondono più né al corpus degli attivisti (i quali vengono disprezzati se rei di avere opinioni diverse da quelle degli eletti) né di Beppe Grillo il quale non sembra più in grado di fornire garanzie circa la centralità del programma condiviso.

Come il saluto romano caratterizza i fascisti, il bacio omosessuale pubblico caratterizza le frange estremiste dell’ideologia gender decise ad imporre con la forza il loro esibizionismo.

In ogni caso, si tratta di comportamenti simbolici che denotano disprezzo per conquiste democratiche pagate con la vita da cittadini venuti prima di noi.

Quindi, quello dei nostri ex-portavoce, è la dichiarazione politica chiara ed eclatante del fallimento di questo primo tentativo di democrazia dal basso.

Rimaniamo in attesa di un atto ugualmente eclatante che dimostri l’infondatezza di queste considerazioni e la coerenza con ciò che si è sempre dichiarato.

Per esempio, le dimissioni di tutti i parlamentari coinvolti in questo scempio politico potrebbero essere un segnale forte nonché l’unica possibilità di salvare la credibilità di un movimento che, al momento, non ha nessuna possibilità di raggiungere i suoi obiettivi.

httpv://youtu.be/z8KGYZ-XjZ8

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!