La legge pro-omofobia, la violazione del programma del M5S, ed il sabotaggio del progetto del M5S Lettera aperta agli attivisti del Movimento 5 Stelle.

Lettera aperta di Guido Mastrobuono a tutti gli attivisti del Movimento 5 Stelle. Cari amici, mi sto attivando con tutti i mezzi a mia disposizione per oppormi ai non-portavoce che hanno presentato lo scempio normalmente denominato “Legge contro l’omofobia” che, tra le altre cose, porterà alla chiusura del mio blog, di quello di Beppe Grillo, e di tutti i forum. Possibile che non ci siamo ancora resi conto del fatto che tutte le proposte del PD sono distruttive per l’armonico sviluppo del M5S? Guardate la legge che sta venendo proposta:
1. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, anche ai fini dell’attuazione dell’articolo 4 della convenzione, è punito:a) con la reclusione fino a un anno e sei mesi chiunque, in qualsiasi modo, diffonde idee fondate sulla superiorità o sull’odio razziale o etnico, ovvero incita a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali, religiosi o motivati dall’identità sessuale della vittima;b) con la reclusione da sei mesi a quattro anni chiunque, in qualsiasi modo, incita a commettere o commette violenza o atti di provocazione alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali, religiosi o motivati dall’identità sessuale della vittima;
Cosa si fa quando si parla, per esempio, del programma di Alba Dorata in Grecia? Non si sta forse diffondendo idee fondate sull’odio razziale o etnico? Non le si condivide. E’ vero. Ma la legge non parla di condividere. Parla di diffondere. Con qualsiasi mezzo. Internet incluso. Soprattutto internet – mi verrebbe da dire - commenti inclusi … Gli argomenti a rischio denuncia diventano: “gli omosessuali”, “i religiosi”, “le nazioni”, “i popoli”, “gli uomini di qualunque colore”. Di che parliamo sui nostri blog? Di fiori? La cosa che mi fa infuriare di più è che tutto ciò è fatto con l’appoggio del Movimento del quale sono attivista. Ma questi tipi che, senza alcun merito, abbiamo messo in parlamento non dovevano realizzare il programma in nostra vece , senza negoziazioni, senza aggiunte, senza fantasie? Non è che alla fine ci diranno: “scusate, il programma non l’abbiamo realizzato, però abbiamo massacrato la vostra libertà di espressione.”. Il primo firmatario della legge è Ivan Scalfarotto (del PD). La nostra Paola Chimenti è tra i primi firmatari (quantomeno nella prima fila di nomi, mentre quelli che seguono stanno in ordine ortografico) e poi non so dire quanti dei nostri ci sono tra i tremila deputati che appoggiano questo orrore (che comunque si trova all’indirizzo http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/schedela/apriTelecomando_wai.asp?codice=17PDL0003090). Personalmente ho scoperto cosa stava accadendo a seguito dell’intervento di Giulia Di Vita e Francesca Businarolo su youtube http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Bgbt3uy2tSQ Su www.liberi-pensieri.info sto pubblicando una serie di considerazioni su questa legge. Vi do qualche anteprima. 1) Questa legge va contro il programma del Movimento 5 Stelle che dice “L’informazione è uno dei fondamenti della democrazia e della sopravvivenza individuale. Se il controllo dell’informazione è concentrato in pochi attori, inevitabilmente si manifestano derive antidemocratiche. Se l’informazione ha come riferimenti i soggetti economici e non il cittadino, gli interessi delle multinazionali e dei gruppi di potere economico prevalgono sugli interessi del singolo. L’informazione quindi è alla base di qualunque altra area di interesse sociale. Il cittadino non informato o disinformato non può decidere, non può scegliere. Assume un ruolo di consumatore e di elettore passivo, escluso dalle scelte che lo riguardano.” Quanti cittadini potranno essere informati da blogger che, al primo scivolone, rischiano di finire in galera per un anno e mezzo? 2) L’appoggio del M5S a questa legge mina il successo del movimento in quanto
  • fa sì che il movimento sia corresponsabile delle messa fuori legge della Bibbia, del Corano, del Talmud, e persino della Divina Commedia di Dante Alighieri (rei di diffondere idee discriminanti nell’ambito della religione, dell’etnia e, soprattutto, della condotta sessuale) e, di conseguenza, guadagni l’ostilità assoluta di tutti i Cristiani (me compreso), degli Ebrei, degli Islamici rendendo di fatto impossibile il raggiungimento del 51%,
  • permette al PDL di opporsi al ddl senza impedirne la promulgazione ed, in questo modo, concentrerà sul PDL i voti di tutti i cattolici (compresi quelli che fino ad ora si sono astenuti).
3) Questa legge renderà illegale anche solo discutere sull’adozione dei bambini da parte delle coppie gay nonostante il supporto di studi scientifici che elencano i danni, nella creazione di un’identità di genere del bambino, generati dall’assenza, tra i genitori, di figure maschili e femminili di riferimento. 4) questa legge aumenterà l’omofobia in uno dei paesi del mondo dove questo fenomeno è meno accentuato (http://www.tempi.it/italiani-sono-omofobi-cartina-legge-omofobia#.UeZGjo0vmQA). Vi chiedo, se potete e se volete, di mettermi in contatto con più deputati possibile e, magari, con Grillo e Casaleggio perché, in maniera (spero) inconscia, qualcuno sta cercando di mettere la parola fine all’esperienza politica del M5S minandone gli strumenti operativi ed i valori. Guido Mastrobuono Articolo visualizzato: 753 volte.

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!