Fantasticando su un piano B

Illusion (13/52 Week)

I fatti essenziali:

  • In questi giorni, Bersani & C. danno a vedere di essere disposti a fare (a qualsiasi costo) un accordo con il M5S e in questo sono aiutati da una stampa compiacente che enfatizza sia i loro tentativi (spesso contraddittori e mal preparati, come per esempio gli 8 punti*) che tutto ciò che minimamente avvalora una possibile disponibilità del Movimento.
  • Nel frattempo la magistratura, sta affrettando i tempi dei processi a Berlusconi, tanto che si è arrivati a una scenetta alla Totò, con una visita fiscale a un ricoverato in ospedale. Benissimo tutto regolare.
  • Il mandato del Presidente Napolitano scade il 15 maggio 2013, siamo nel semestre bianco e non si possono scogliere le Camere.

Possibile evoluzione dei fatti:

  • Il Presidente della Repubblica non può (anche se constata l’impossibilità di formare un governo) scogliere le Camere e probabilmente opterà (per il bene della Nazione che richiede governabilità) per un Governo di minoranza.
  • Il PD potrà dimostrare che non per sua colpa sono falliti i tentativi di formare un governo con il M5S, ma per l’ostinata e ingiustificata indisponibilità di questa formazione (come d’altronde i mezzi d’informazione hanno documentato).
  • La magistratura giungere a sentenza nei confronti di Berlusconi e sarà piuttosto difficile per lui questa volta evitare l’autorizzazione a procedere (i voti PD, Monti e M5S lo inchioderanno).

Tutto sembra tornare, il PDL senza Berlusconi, non avrebbe più coesione, né futuro e molti dei suoi senatori sarebbero disposti a migrare nel PD, che potrà governare con una maggioranza solida. Avrebbe tutta una legislazione per cercare di smontare il M5S.

Una curiosità nel sito Avaaz (bandiera democratica della rete….) ci sono due campagne interessanti, da non perdere:

http://www.avaaz.org/it/italy_people_gov_c/?fp

http://www.avaaz.org/it/stop_berlusconi_fb_today/?vc

Sarà che sono troppo fantasioso o semplicemente che le strade in Italia non sono mai dritte e le soluzioni mai a portata di mano, ma non riesco proprio a credere che il PD possa pensare seriamente di riuscire ad accordarsi con il M5S. Non riesco a capire come possa basare tutta la sua attuale azione politica su questo tentativo che per la distanza delle rispettive posizioni e per quanto detto e fatto in campagna elettorale era l’ultima cosa da proporre. Per questo mi viene da pensare che sia un semplice diversivo, un modo come un altro per darsi un tono di sinistra, mentre si lavora per ben altre soluzioni.

Bernardo Luraschi

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!