La solitudine dei numeri reali – Volantino n° 1 – LA COLPA DEL DEBITO PUBBLICO È DELLO STATO SPRECONE… E I BAMBINI NASCONO SOTTO I CAVOLI!

147/365

I “numeri reali”, che descrivono le ragioni della crisi, i suoi costi e chi li paga, vagano sconsolati in un piccolo angolo della grande rete. Si erano preparati ad una stagione di notorietà, credevano di diventare delle star e, per questo, si erano fatti belli, vestendosi di grafici colorati, tabelle eleganti, infografiche da urlo. Tutto inutile, perché la scena viene occupata dai loro nemici di sempre: i beceri luoghi comuni.

Non sono solo.

Per fortuna non sono solo.

Altri, migliori di me, si stanno impegnando per cercare di garantirvi uno straccio di informazione che vi dia qualche elemento per il vostro “libero” voto.

Eco della Rete ha deciso di lanciare l’iniziativa intitolata la Solitudine dei Numeri Reali che prevede la pubblicazione, all’indirizzo http://lasolitudinedeinumerireali.blogspot.it/, di informazioni che sfatino i luoghi comuni usati come armi di distrazione di massa.

La menzogna è la benda che acceca il popolo sovrano.

L’odio è l’arma che ci divide e permette alle elite (economiche ma non morali) di prendere il comando.

La disinformazione è la vera catena che lega i nostri polsi.

Il primo volantino che parla del debito pubblico si può scaricare all’indirizzo http://www.ecodellarete.net/r13/gallery/snr/debitopubblico.pdf.

Noi di Delusi dal Bamboo non abbiamo avuto l’onore di partecipare all’opera meritoria del “comitato per la salvaguardia dei numeri reali” ma cerchiamo di elogiarne il merito ed appoggiarne l’attività con i mezzi che abbiamo.

LA “MISSION”

Il “comitato per la salvaguardia dei numeri reali” nasce per restituire ad essi la dignità e l’importanza che meritano.

Un piccolo gruppo di cittadini, che si spera possa crescere in numero, ha deciso di impegnarsi per porre fine a questa ingiustizia. Quello che ci unisce, oltre le diversità di opinioni, è il rispetto e l’ammirazione che proviamo per i negletti “numeri reali”, alla salvezza dei quali abbiamo deciso di dedicare parte del nostro tempo e delle nostre energie.

La strategia che abbiamo in mente è uno schema Ponzi, invertendone però le finalità che, da truffaldine, vengono poste al servizio della verità dei fatti. Il campo d’azione principale non sarà la rete Internet, ma la carta stampata, attraverso ladiffusione e distribuzione di volantini, preparati da un gruppo di esperti qualificati attingendo alle fonti più accreditate. La rete Internet sarà usata con funzioni di supporto, al fine di consentire, a quanti verranno in contatto con i volantini, di scaricarli e ristamparli, per poi distribuirli nuovamente.

L’idea è quella dimobilitare migliaia di divulgatori, ad ognuno dei quali sarà chiesto unpiccolo sforzo: stampare, in proprio, un limitato numero di copie dei volantini (anche solo cinque) per poi consegnarli a persone di conoscenza, possibilmente spendendo qualche minuto per illustrare il senso dell’iniziativa, così da conquistare alla causa nuovi divulgatori. I volantini potranno essere lasciati al bar quando si fa colazione, sui luoghi di lavoro, all’uscita della messa domenicale (il Vaticano è con Monti, ma l’ecclesia….?).

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!