Il pianto del carnefice

There is no more Virgilio to guide us through hell

C’è un sito che si chiama ComeDonChishotte che raccoglie e traduce articoli pubblicati sul web e che, Giovedì 1 novembre, ha rilanciato un articolo di Repubblica intitolato ADDIO CULTURA UMANISTA. PER I RAGAZZI NON HA SENSO.

Questo articolo riporta l’ipotetico piagnisteo di un professore di lettere che lamenta l’inutilità dell’insegnamento  delle materie umanistiche  millantando una presupposta impermeabilità dei “ggiovani” nei confronti dei concetti a loro comunicati.

Il contenuto di questo articolo è allo stesso tempo consolatorio ed auto assolutorio nei confronti di un sistema di educazione di massa che

  • bombarda, i cittadini con un pensiero miope e materialista;
  • fa tutto ciò che può per privare i giovani di un sistema scolastico adeguato;
  • e poi lavora per imputare loro le colpe di questa operazione di ingegneria sociale.

In pratica, il gruppo Espresso-Repubblica, attraverso il sig. Marco Lodoli, si sta comportando come lo stupratore che accusa la ragazza di essersi presentata con la gonna troppo corta.

D’altro canto questo scritto insulso è  preziosissimo per comprendere i meccanismi con cui i servi delle aristocrazie lavorano per disarmarci.

Per chiarezza, ripeto, lo schema mentale con cui rappresento la società attuale.

La prima classe è quella dei “grandi prenditori” ovvero dei titolari delle grosse rendite: si tratta di poche famiglie che dispongono di mezzi per drenare ricchezza dal resto della società senza correre nessun rischio né erogare alcun lavoro.

La seconda classe è composta da personaggi a cui, per grazia dei grandi prenditori, vengono assegnate piccole rendite.

La terza classe è quella dei produttori di valore aggiunto che sono la maggior parte della popolazione. Sono coloro che, con il loro lavoro ed il loro ingegno, creano la ricchezza del Paese.

tratto da “La miseria dei super ricchi“.

Come ho cercato di mostrare nell’articolo sopra citato, la classe dei prenditori è intrinsecamente debole e deve la sua  esistenza

  • alla nostra incapacità di vedere i meccanismi con i quali stiamo venendo derubati,
  • alla loro capacità di focalizzare il nostro risentimento si pagliacci della seconda classe,
  • alla loro capacità di scaricare su noi vittime le loro colpe di carnefici.

Per questo è importantissimo, ogni volta che si sentono dare giudizi sommari su intere classi sociali, chiedersi chi è l’autore di queste sentenze e fare qualche piccolo controllo.

Per quanto riguarda gli autori vedrò di raccogliere in questo blog un po’ di informazioni sui vari giornali italiani.

Per quanto riguarda i controlli, basta che vi guardiate attorno.

Questi articoli di propaganda si basano infatti sul fatto che trattano argomenti che, in fondo, non sono interessanti e voi non andrete a verificare ciò che dicono.

Nonostante ciò il messaggio è creato per restare   nel retrobottega del nostro cervello e fare in modo di rendere più tiepide le nostre reazioni quando, per limitarci a questo caso, verremo a sapere che il reddito di questi giovani sarà molto più basso di quello dei loro coetanei delle generazioni precedenti.

Tutte queste parole, come sempre, sono scritte per promuovere quella ricerca di Verità e Giustizia costituenti il nerbo della resistenza esistenziale che porterà alla cancellazione di questa assurda società attuale.

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!