Un cuore povero sa chiedere pietà

Questo è un blog personale, questo è un blog politico, questo è il blog di un laico che ha trovato nella Parola di Dio quel Senso e quella libertà che da tempo andava cercando, questo è il blog di un piccolo uomo alla ricerca della felicità e della sostanzialità della vita.

Con il post intitolato “Il partito dei cattolici per Monti: una testimonianza della perdita di Senso che mette a rischio l’intera comunità cristiana.“, vi ho “sfidato” a dare un’occhiata al Vangelo e molti di voi l’hanno fatto.

Oggi, che è domenica, ho pensato di essere veramente rivoluzionario e proporvi un frammento della Fonte a cui attingo il pensiero che trovate in questo blog.

+ Dal vangelo secondo Marco Mc 10, 46-52

In quel tempo, mentre Gesù partiva da Gèrico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timèo, Bartimèo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!».
Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!».
Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!». Chiamarono il cieco, dicendogli: «Coraggio! Àlzati, ti chiama!». Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù.
Allora Gesù gli disse: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!». E Gesù gli disse: «Va’, la tua fede ti ha salvato». E subito vide di nuovo e lo seguiva lungo la strada.».

Parola del Signore.

Su Qumran2.net, tra i tanti splendidi commenti che ci mettono a disposizione ogni domenica, abbiamo trovato le parole di Mons. Giuseppe Giudice che vi proponiamo quest’oggi.

Il sommo sacerdote, Gesù, sente giusta compassione per quelli che sono nell’ignoranza e nell’errore.
Bartimeo è al suo posto, nella condizione di estrema fragilità: icona di ogni uomo e di ogni donna che siedono lungo la strada della vita a mendicare. Bartimeo è un uomo che grida perché sente che arriva Gesù Nazareno. Il sentire del cuore, sensibilità spirituale, lo indirizza verso Gesù e così egli, mendicante della vita, si accorge della presenza del Maestro.
Grida una delle preghiere più belle: Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!

Bartimeo non chiede delle cose, chiede la pietà di Dio sulla sua vita.

Molti, nella festa della vita, lo rimproverano, ma egli grida più forte. Non può fare altro e grida semplicemente le sue preghiere. Dinanzi al grido dell’uomo, Gesù, il Figlio di Dio che si è fatto uomo, si ferma e fa’ chiamare Bartimeo.
E gli altri, la Chiesa, mandata da Gesù, dice: Coraggio! Alzati, ti chiama!

Gesù, nascosto nei poveri panni della Chiesa, ha il potere di rimettere l’uomo in piedi. Bartimeo, gettato il mantello – tutto ciò che gli impedisce di essere libero – va libero e risorto da Gesù. Riacquista la vista ed è salvato nella fede.
Sì, erano partiti nel pianto; ritornano tra le consolazioni. È la storia di ogni uomo quando passa Gesù.

 

 

3 pensieri su “Un cuore povero sa chiedere pietà

  1. bernardo

    Natura dona, natura toglie, con innocenza. Uno scrittore poco raccomandabile intitolava un viaggio nella sua memoria “morte a credito”. Per me è molto difficile accettare un dio, per quanto incarnato, che s’interessi all’uomo, che si curi delle sue attenzioni, che badi all’esser adorato, che si muova a pietà e compassione verso quello sputo infangato. Io se fossi dio, sarei molto distante e distaccato, indifferente al destino umano. Io non lo sono, perché come uomo ho sentimenti, compassione, pietà, soffro per l’altrui pena, perché mi rifletto in quell’umano patimento. Il progresso, la scienza è anche questo, non solo brama di potere, è cercar di risolver la sofferenza altrui. L’uomo che soffre per la sofferenza altrui e che agisce per dissolverla si fa lui si dio, ma solo se è disinteressato, se laico non pensa al bene, non spera e non aspetta premi per il suo agire. So di apparir blasfemo ma solo quell’uomo si merita il regno dei cieli solo quell’uomo è un vero credente nel dio incarnato. In lui il dio si fa uomo, senza che l’uno sappia mai dell’altro.
    Un abbraccio Bernardo

    Rispondi
  2. Pingback: 404 Not Found | Delusi dal bamboo,

  3. Pingback: La miseria dei super ricchi | Liberi Pensieri

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!