Arrestato l’Assange greco. Prove tecniche di paura.

Si lo so, il titolo vi fa pensare all’esatto contrario.

Fa pensare che i greci devono avere paura.

Ed invece è vero l’esatto contrario: sono gli aristocratici ad avere paura. I semidei della prima classe dei prenditori rischiano di finire sotto i riflettori, hanno pura, e fanno cose stupide.

Ma veniamo ai fatti.

Sulla Stampa leggo quanto segue.

Oggi Alexis Tsipras, leader del principale partito di opposizione Syriza – ormai in testa a tutti i sondaggi -, rivolgerà al governo Samaras un’interrogazione parlamentare per chiedere cosa ha intenzione di fare con quella che viene chiamata la «lista Lagarde» e rischia di mandare in carcere il giornalista che l’ha pubblicata, Costas Vaxevanis.

Si tratta dell’elenco di 2059 presunti evasori fiscali, cioè di detentori greci e ciprioti di conti in Svizzera, pubblicata sabato dalla rivista Hot Doc. Ieri Vaxevanis è stato arrestato in qualità di direttore (e rilasciato poco dopo, ma stamane ci sarà già l’udienza per il processo) con l’accusa, stando ad uno degli agenti, di aver pubblicato «una lista di nomi senza permesso violando la legge sulla privacy». Perché «non c’è prova che queste persone abbiano violato la legge».

Rif. http://www.lastampa.it/2012/10/29/esteri/svela-i-nomi-degli-evasori-arrestato-l-assange-greco-0YUTmO0mRALoTyptCla08N/pagina.html

L’arresto del giornalista non farà altro che focalizzare l’attenzione su quella lista che non è altro che una lista dei principali prenditori greci.

Dicono «non c’è prova che queste persone abbiano violato la legge». E’ vero. Questi signori modificano la legge per violare l’etica ed il senso dell’esistenza dell’essere umano nel mondo.

E pensare che il senso, da quelle parti si dice Logos, che vuol dire anche parola, ed ecco che arrestano un giornalista per aver pubblicato “parole” che possono far crollare il castello di nonsenso con cui tengono la Culla della nostra Civiltà in uno stato di prostrazione infernale.

Purtroppo per loro il Senso non si può arrestare e, se lo si richiude in una cella, non si fa altro che amplificarlo.

Basta guardare la storia.

Basta guardare, tra le altre, la storia di quel sacerdote che ha detto “Si me matan, resucitaré en el pueblo salvadoreño” che vuol dire “se mi ammazzano, resusciterò nel cuore del mio popolo”.

Si sbagliava. Oscar Romero, vescovo di San Salvador, Servo di Dio, non è resuscitato solo nel cuore dei slvadoregni, è resuscitato nel cuore di miliardi di cattolici ed  è celebrato come martire dalla Chiesa Cattolica, dalla Chiesa Luterana e dalla Chiesa Vetero Cattolica.

E’ un esempio in tutto il mondo.

E perché, secondo voi, hanno arrestato Costas Vaxevanis. Per dare l’esempio. Ma forse non era questo l’esempio che volevano dare!

Questa è storia ed i semidei della prima classe dovrebbero saperla ma la loro paura li acceca e fa fare loro cose stupide.

Ma pensate veramente che questi pochi parassiti terrorizzati siano gente di cui aver paura?

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!