I cattolici e la tentazione di un grillismo bianco.

Dal sole 24 ore di oggi.

I cattolici e la tentazione di un grillismo bianco. Ma niente ritorno al partito unico

Delusi dalla politica. In cerca di segnali di cambiamento che non vedono arrivare, contesi da forze di centro, di destra e di sinistra, i cattolici sembrano intenzionati – più di altri – a rifugiarsi nell’astensionismo. La tendenza arriva al 43% degli intervistati da Ipsos per le Acli. Che sul tema “I cattolici nella politica italiana: valori, valutazioni e attese” hanno commissionato un sondaggio. «Non serve un partito cattolico», dice il presidente nazionale delle Acli Andrea Olivero. Ma «un salto di qualità nella presenza dei cattolici in politica, a cui i cittadini chiedono più onestà e maggiore attenzione a lavoro, famiglia, poveri».

Dall’indagine Ipsos emerge lo spazio per un grillismo bianco, un grillismo cattolico. Tra gli intervistati quasi il 14% (il 13,7% ) si dice intenzionato a votare alle politiche per il Movimento 5 Stelle, un anno fa lo era solo lo 0,8%. Calo lieve, nelle propensioni di voto, per l’Italia dei Valori, al 7% contro il 7,2% del settembre 2011. Diminuzione di consenso per Sel che passa da 3,5% al 2,5%. Ma il partito che più perde seguito tra i cattolici con 12 punti percentuali in meno rispetto allo stesso periodo del 2011 risulta essere il Popolo della libertà, indicato come preferenza di voto dal 25,1% (era al 37,2%). Stime dimezzate anche per la Lega, scelta ora dal 4,2% contro l’8,6% di un anno fa. Tendenza opposta Udc e Fli: i centristi passano dal 10,9% all’11,1%; Futuro e Libertà dal 3,5% al 4,2%. Stabile l’orientamento di voto per il Pd al 24,3% (a settembre 2011 era al 24,2%). Mentre Api dallo 0,6% scende allo 0,4%.

Famiglia, solidarietà, partecipazione, lavoro sono tra i valori che più stanno a cuore agli elettori cattolici. Ma tra i driver di voto il tema al primo posto nell’agenda elettorale è “la lotta agli sprechi e alla corruzione”, elemento in comune con il Movimento 5 Stelle. Seguono “lo sviluppo economico, il rafforzamento dell’economia dell’Italia” e “la difesa del potere d’acquisto dei salari e degli stipendi”. «Il tema della legalità e della buona politica è come non mai priorità dei cittadini e dei cattolici in particolare», sottolinea Andrea Olivero, presidente delle Acli. Dati e considerazioni che evidenziano lo spazio per un grillismo bianco, che alla politica chiede discontinuità, cambiamento, trasparenza.

2 pensieri su “I cattolici e la tentazione di un grillismo bianco.

  1. michiamoaldo

    Ogni volta che leggo dei sondaggi non so mai se fidarmi. Per esempio questo 14% è un dato a livello nazionale? Non so come sono distribuite le forze del M5S a livello nazionale, ho come la sensazione che il centro-sud sia scoperto. Un pò come l’elettorato della lega che per fare il 7% a livello nazionale deve avere il 30% al nord. Comunque secondo me il 14% tra i cattolici, rende plausibile un 20% in generale. Il che giustificherebbe i tremori/nervosismi.

    Rispondi
  2. Guido Autore articolo

    Carissimo Aldo,

    a mio avviso sappiamo solo una cosa e cioè che il sole 24 ore, e cioè il blog di Confindustria, ha interesse a far sapere che Grillo è votabile (e sarà votato) anche dai cattolici.

    Sappiamo anche che le Acli si sono preoccupate di fare un sondaggio e che il risultato potrebbe non piacere a tutti quei sedicenti “politici cattolici” che stammo scoprendo che molti cattolici veri non si fanno abbindolare dalle loro ridicole battaglie.

    Essi fingono di essere contro l’aborto, l’eutanasia ed a favore delle famiglie cattoliche ed, invece, sono contro povere ragazze rimaste incinte a causa della loro ignoranza sull’amore, contro famiglie che stanno fronteggiando la morte di un parente e contro gay ed altri non cattolici che cercano, come possono, di farsi una loro famiglia.

    Se venisse qualche dubbio su quale parte si sarebbe schierato Nostro Signore Gesù Cristo basterebbe leggere il Vangelo che, evidentemente, è un libro poco letto tra le file dell’asse PD-UDC-PDL.

    Se ti può interessare, ho scritto un post sull’argomento che trovi all’indirizzo http://www.delusidalbamboo.org/archives/2914

    Rispondi

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!