Scomparsi i politici cattolici, il Papa si siede a sinistra e propone politiche radicali.

scegli da che parte stare - choose a side

Stiamo vivendo tempi molto strani in cui le ragioni della sinistra sono propugnate con efficacia praticamente solo dalla Chiesa mentre i cosiddetti politici cattolici dimenticano il contenuto della loro fede in cambio dell’accreditamento di circa 30 denari da spendere con le loro Mastercard.

Mi rendo conto che la mia è un’osservazione molto forte ma è derivata un’analisi critica dell’operato dei politici e delle parole del Papa che, fino ad ora, nessuno mi ha confutato.

Sono partito dai principi non negoziabili enunciati nella Città del Vaticano, il 30 marzo 2006 da Papa Benedetto XVI ricevendo, nell’Aula della Benedizione del Palazzo Apostolico Vaticano, i partecipanti al Convegno promosso dal Partito Popolare Europeo e, fra le altre cose, egli ha detto quanto segue[1]:

“Per quanto riguarda la Chiesa cattolica, l’interesse principale dei suoi interventi nella vita pubblica si centra sulla protezione e sulla promozione della dignità della persona e per questo presta particolare attenzione ai principi che non sono negoziabili.
Tra questi, oggi emergono chiaramente i seguenti:

  • protezione della vita in tutte le sue fasi, dal primo momento del suo concepimento fino alla morte naturale;
  • riconoscimento e promozione della struttura naturale della famiglia, come unione tra un uomo e una donna fondata sul matrimonio, e la sua difesa di fronte ai tentativi di far sì che sia giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che in realtà la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo ruolo sociale insostituibile;
  • la protezione del diritto dei genitori ad educare i loro figli.”

Lette e meditate queste parole, ritengo di aver identificato un bel po’ di ragioni per cui la Bindi sta cercando di farle archiviare nel dimenticatoio.

E’ evidente che, sulla scia di queste parole, i cosiddetti politici cattolici hanno battagliato nei spettacolari scontri politici giocati contro le unioni tra omosessuali, il testamento biologico e l’opportunità o meno di demolire ulteriormente la scuola pubblica con l’interesse di generare un vantaggio per chi ha genitori dotati dei i mezzi per farlo accedere all’educazione privata.

E’ però anche evidente che, ammesso e non concesso che queste questioni siano rilevanti, non sono che una quota parte minima del problema sollevato dal Papa. E’ un po’ come se il Papa avesse detto ai cattolici di far guerra alla Francia e tutti i nostri politici avessero caricato, lancia in resta, contro il Principato di Monaco.

Il Papa ha detto che il politico cattolico deve assolutamente proteggere la vita, riconoscere, promuovere e proteggere un certo tipo di famiglia, e difendere il diritto dei genitori di educare i figli ed i nostri politici cattolici, collusi con i centri di potere facenti capo alla finanza internazionale, stanno operando per mettere la rendita davanti al reddito (cioè i soldi davanti all’uomo), favorendo forme di lavoro precario, che mettono a rischio l’incolumità dei lavoratori (con tanti saluti alla “dignità della persona”) e rendendo praticamente impossibile farsi una famiglia.

Per quanto riguarda il diritto di educare i figli, è stato veramente pindarico il passaggio logico che associava questo intento con la demolizione della scuola pubblica come se un cassintegrato cattolico avesse qualche minima possibilità di far educare suo figlio in una scuola privata (cattolica o meno).

La lettura di queste parole mi fa affermare quindi che

  • nel parlamento italiano non c’è nemmeno un politico che può affermare di rispondere a quei requisiti posti da Papa Ratzinger come irrinunciabili per potersi definire politico cattolico,
  • a parole,  Nichi Vendola, è il leader che spinge con maggiore impegno  nella direzione indicata dal Papa,
  • se si guardano i fatti, però, il Papa è solo.

[1] http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=principi%20non%20negoziabili&source=web&cd=3&ved=0CDQQFjAC&url=http%3A%2F%2Fwww.culturacattolica.it%2Fdetail.asp%3Fc%3D1%26p%3D1%26id%3D2188%26key%3D0&ei=wCuoTvmzHaz14QSpyMAC&usg=AFQjCNH_UU7xoC-9mF1vqGk37t9cug2Z6Q&sig2=9I1BQq95o8oB7lOCpC3taA

4 pensieri su “Scomparsi i politici cattolici, il Papa si siede a sinistra e propone politiche radicali.

  1. Pingback: Il partito dei cattolici per Monti: una testimonianza della perdita di Senso che mette a rischio l’intera comunità cristiana. | Delusi dal bamboo,

  2. carlo

    SITUAZIONE ATTUALE DAL PUNTO DI VISTA METAFISICO .
    L’ uomo di oggi sta raggiungendo un grado di progresso scientifico molto elevato che gli permette di trasformare e lavorare i prodotti della terra e perciò creare il proprio benessere con una adeguata tecnologia meccanica .
    L ‘uomo ha i mezzi per lavorare vaste aree terrestri , vasti continenti che prima non producevano nulla o ben poco dal punto di vista agricolo alimentare , che spesso cresceva quasi spontaneamente . Ora l’ uomo è in grado anche di scavare vaste profondità nel sottosuolo e nel mare per trovare prodotti da trasformare utili alla vita umana .
    I popoli extraeuropei che con una adeguata formazione scientifica sanno sfruttare meglio sia le proprie risorse che quelle importate , riescono a organizzarsi meglio e avere lavoro e commercio, mentre i popoli europei che hanno una buona formazione scientifica e culturale proveniente da una costante tradizione scientifica e morale , sono sempre all ‘avanguardia nella ricerca tecnologica .

    L ‘uomo oggi con la sua scienza è in grado di copiare dalla intelligenza perfetta della natura molti segreti, riprodurli , usarli per il proprio benessere nel lavoro quotidiano ,nonché indirettamente usarli per il bene comune della vita sociale .
    Mano a mano che cresce la diffusione della tecnologia sulla terra l ‘uomo riesce a dominare e trasformare sempre nuove aree abitabili moltiplicandosi e proliferando ovunque con nuove tecnologie che gli permettono di sopravvivere perchè man mano che aumenta di numero trova nuove occasioni che non sa nemmeno spiegarsi da dove gli arrivano, credendo sia la sua intelligenza o il caso a darglieli .
    Ma quello che blocca il bene comune dei popoli della terra sono le situazioni di ingiustizia ; c’è chi forte della propria tradizione scientifica , economica e culturale , si appropria di tutte le risorse e sfrutta tutto a proprio vantaggio servendosi di chi sta più indietro sul piano economico e culturale . A livello mondiale , nei popoli di tradizione europea attualmente, si nota un vasto progresso scientifico ma contemporaneamente a un decadimento morale che stravolge l’ uso dei mezzi in suo possesso e gli stessi fini della propria sopravvivenza. All’ origine c’è la distruzione dei nuclei familiari , pietra miliare di ogni raggruppamento politico – sociale . Le famose scienze sociali sviluppate metodicamente ,nonché i nuovi parametri culturali , invece di motivare l’ unità di questo nucleo per sanare una vita sociale nel sistema politico , hanno posto dei freni , nonché hanno macchinato contro questa unità prospettando un’ egoistica libertà individuale e morale , dove la libertà e gli interessi falsati scientificamente dell’ individuo preso singolarmente, sono stati eletti a diritti umani universali . La cultura , l’arte , come un codazzo stantio e mefitico fanno da cassa di risonanza nella falsificazione dei diritti del singolo e contro il bene comune sociale . Non si conosce più una morale universalmente accettata e ognuno crede di essere libero quando sventola a tutti le sue idee liberamente . I popoli che ancora non conoscevano il progresso scientifico ma erano legati a delle tradizioni che più o meno rispecchiavano la legge naturale , sono rimasti senza più un orientamento stabile . Alcuni popoli e gruppi sociali reagiscono facendo rinascere un oscurantismo religioso settario per opporsi al progresso scientifico e tecnologico che a torto accomunano al disfacimento morale della civiltà occidentale . L’ occidente scientifico e tecnologico non ha più nulla da insegnare e non ha nemmeno più il diritto di governare il mondo senza progresso morale !!! La sua nuova morale legata alle “scienze psicologiche “ non ha più nulla di buono da salvare , è una cancrena che non porta quella libertà , uguaglianza e fraternità ai popoli che promettevano illudendo molti . Oggi si esportano questi nuovi principi nei popoli a suon di bombe . ….
    Cosa fare visto la situazione presente ? Cosa ci suggerisce la Scrittura che traccia sempre una linea di giudizio sulla vita dei popoli di tutti i tempi e fa da termometro della storia dei secoli ? Il profeta Geremia ci indica due vie da seguire per salvarsi da questa situazione : ritornare alla legge !!!! Ma siccome questa via è un’ utopia e resterà inascoltata non essendoci oramai alcuna autorità morale e civile a livello mondiale in grado farla rispettare , egli propone una seconda via . “ Per adesso , arrendersi momentaneamente a Nabucodonosor . Magari pagargli il tributo , che non vuol dire di accettare i sui principi imperialistici, ma di non perdere tempo in una sterile quanto inutile opposizione concreta . Aspettare pazientemente che arrivino i suoi giorni, quando crollerà rovinosamente proprio a causa dei suoi atti e del suo governo , quando si crederà di aver sottomessa tutta la terra ai suoi piedi , crollerà irrimediabilmente pure lui e sarà schiavo . E’ disfattismo ? E’ resa al nemico ? Per questo fu arrestato e imprigionato Geremia quando Nabucodonosor era alle porte. In realtà non si trattava di fare i rivoluzionari quando tutto crollava e non si aveva nemmeno chiaro cosa opporgli . Geremia ci dice una cosa molto semplice : “non volete essere schiavi ? Ritornate subito alla legge : Dio stesso vi libererà in maniera prodigiosa : “ liberate gli schiavi e smettete di uccidere e rubare “. Ma vedete che oramai non si può fare più nulla politicamente contro questo fiume in tempesta , contro questo fiume iniquo che travolge tutto !!? Non ci sono speranze politiche ? Sottomettetevi e obbedite al nuovo padrone finchè arriveranno i suoi giorni !!!! , “Chi non si sottomette , verrà spazzato via dal Signore perchè questa situazione è permessa da LUI stesso “”” C.R.

    Rispondi
  3. Pingback: Il partito dei cattolici per Monti: una testimonianza della perdita di Senso che mette a rischio l’intera comunità cristiana. | Liberi Pensieri

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!