Liberi!

Oggi è scaduta la nostra detenzione.

Passati gli otto giorni di malattia, ora non siamo più soggetti alla visita fiscale e, dato che anche fisicamente stiamo meglio, possiamo rientrare in pista con le 8000 cose da fare in vista del matrimonio.

Ci aspetta un trasloco (da casetta a casona), un miliardo di prove per la sposa (trucco, capelli, vestito etc.), trovare i confetti per la confettata (anche se forse che forse…), prenotazione visite mediche, effettuazione visite mediche, ritirare il mio passaporto, bollo per il passaporto di Sonia, capire chi deve dormire a Roma venerdì, chi deve dormire a Roccasecca sabato, i trasporti da Roma a Roccasecca e da Roccasecca a Roma ed altri 4-5000 particolari.

Il mare di Joe. Dalla Sicilia all'Alaska (The sea of Joe. From Sicily to Alaska) - film documentario, di Enzo Incontro, 2010.

Naturalmente, tutto ciò, sarà condito dal piacere di andare a lavorare.

Così… rileggendo queste righe… mi sa che ci dovremo affidare alla Provvidenza prima ed alla tolleranza (degli ospiti) poi.

Non è che superato il matrimonio rischiamo di riposarci troppo?

No… conoscendoci… non credo.

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!