Vestito da Sposo

Negli ultimi anni, da quando vivo a Roma, la qualità dei miei abiti era andata decisamente scemando.

Genova ha molti difetti ma, fino ad ora, si era dimostrata impareggiabile in due cose: i cocktail ed i negozi di vestiti (per uomo).

Oramai non bevo quasi più e, di conseguenza, la mancanza dei cocktail non mi fa tremare le vene ai polsi: per quanto riguarda gli abiti, a Genova, ero abituato che nei negozi di fiducia, i commessi, con un semplice colpo d’occhio, capiscono cosa ti sta bene e, sostanzialmente, ti vestono.

Negli ultimi anni, a Roma, entravo in un negozio ed i commessi tendevano a rifilarti un vestito facendo ben attenzione a non tirarne fuori più di due. Il tutto condito da distratta maleducazione ed antipatia.

Su consiglio di un amico sono andato da Castiglioni in via Regina Margherita: ed è stato un piacevole ritorno al passato.

A differenza dei precari svogliati degli altri negozi romani, ci siamo trovati ad interagire con veri professioniti, di una gentilezza estrema e dotati di un occhio eccellente.

Tre parole ed hanno capito quello che volevo, l’abito da sposo è uscito al primo tentativo ed è iniziato lo studio delle modifiche.

Per le prove, forniscono camicia, scarpe, gemelli e tutti gli accessori in modo che uno si faccia un’idea di come l’abito sta veramente.

Da Castiglioni le modifiche sono comprese nel prezzo ed, alla seconda prova, l’abito mi calzava perfettamente.

Sono cosciente del fatto che  questo articolo sembra una pubblicità ma, in realtà, questo desiderio di qualità dei servizi è un desiderio di una società diversa.

L’Italia che sta venendo costruita negli ultimi anni è una comunità di fanfaroni tutti tesi a derubarsi a vicenda. Per evitare il latrocinio, bisogna servirsi dalle grandi catene.

Questo fa sì, da un lato, che si perda il rapporto con i fornitori, e, dall’altro, che il potere economico si sposti nelle mani di pochissimi super ricchi.

Si sta tornando in una società di nobili e di servi, Don Abbondi, Azzecca Garbugli, vasi di coccio e vasi di ferro.

Sarò antiquato ma io sono ancora per l’abbondante diffusione della vecchia cara classe media, padrona di sè stessa, ed artefice della propria fortuna.

Per questo, realtà come Castiglioni vanno tutelate.

La vostra opinione mi interessa ed i vostri commenti mi danno al forza di scrivere: Lasciate un segno del vostro passaggio!